Acqua – Il nostro corpo è costituito per il 60-70% di acqua

–Bevete almeno 2 litri d’acqua al giorno (di più, se fate esercizio fisico)
–L’acqua è vitale per una buona funzionalità a livello cellulare e interviene nella trasformazione dei nutrienti,  nella regolazione della temperatura corporea e in un corretto bilancio dei liquidi

Le soluzioni Herbalife…

Hydrate Herbalife24 Acquista online

  • Fornisce il 100% della RDA della vitamina C antiossidante
  • E’ una fonte di vitamine del gruppo B, tra cui B1 e B12 che favoriscono il metabolismo energetico
  • Contiene elettroliti
  • Senza calorie e senza zuccheri

Bere tanta acqua è importante quando si cerca di controllare il proprio peso e seguire una dieta sana. L’acqua svolge un ruolo fondamentale nell’aiutare l’organismo a trasformare i nutrienti, coadiuvare la circolazione sanguigna e mantenere un corretto bilancio dei liquidi.

 

RIMPIAZZARE CIÒ CHE SI È PERSO
Dopo ogni 30 minuti di esercizio fisico, bevi due bicchieri da 250ml di acqua per reintegrare i liquidi. Se noti che ti viene sete durante l’attività fisica, porta con te una borraccia per mantenerti idratato. A causa del loro contenuto di calorie, le bibite analcoliche e i succhi di frutta non sono indicati per reintegrare i liquidi persi nelle persone che cercano di controllare il peso. Se l’acqua semplice non ti soddisfa, prova ad aggiungere un po’ di succo di frutta o una fettina di limone.

QUANTA ACQUA È SUFFICIENTE?
Come regola generale, cerca di bere due litri d’acqua al giorno. Se fai attività fisica, dovresti bere di più per reintegrare i liquidi persi con la sudorazione. In genere puoi fidarti dello stimolo della sete per capire quando è il momento di bere. Lo stimolo della sete e il
conteggio dei bicchieri d’acqua che hai bevuto durante la giornata possono aiutarti a mantenere l’organismo idratato.

QUANDO L’ACQUA NON BASTA
La prossima volta che hai sete, prova a riflettere un momento prima di bere. Si ripete sempre che “siamo quello che mangiamo”, ma sarebbe più esatto dire “siamo quello che beviamo”. Il nostro organismo, infatti, è composto per circa il 60 % di acqua e se i cibi contenenti acqua sono sicuramente utili, è con i liquidi che beviamo che soddisfiamo gran parte del fabbisogno giornaliero d’acqua.

Oltre alla semplice acqua, oggi il consumatore è circondato da una quantità incredibile di succhi di frutta, drink alla frutta, acque  vitaminizzate, drink per lo sport, drink energetici, tè; questo rende più difficile scegliere la bevanda migliore per soddisfare il fabbisogno di liquidi.

Per una persona media che svolge una moderata attività fisica, l’acqua semplice è una scelta ottimale. Molti però preferiscono bibite che abbiano un po’ di sapore, e il maggior gusto può incoraggiare l’assunzione di liquidi. Se aumentano durata e intensità dell’esercizio, è importante reintegrare non solo i liquidi, ma anche sali come sodio e potassio, anch’essi persi con il sudore.

LEGGERE PRIMA DI BERE
Un buon punto di partenza nella valutazione di una bevanda è leggere i valori nutrizionali riportati in etichetta. Per esempio, le bibite gasate o alla frutta spesso hanno un elevato contenuto di calorie e zuccheri e uno scarso apporto di nutrienti. Non solo queste calorie vuote concorrono all’aumento di peso, ma l’elevata concentrazione di zuccheri presente in questo genere di bibite può addirittura rallentare il tasso di assorbimento dei liquidi da parte dell’organismo. Se in cima alla lista degli ingredienti vedi dello sciroppo di mais ad alto tenore di fruttosio, prova a orientarti su qualcosa di più sano. Gli zuccheri diversi dal fruttosio, in basse concentrazioni, vengono assorbiti molto meglio.
Alcuni drink energetici contengono una combinazione di caffeina e zuccheri il cui scopo è fornire una carica immediata di energia. Se però non sei abituato a consumare bibite con caffeina, queste possono renderti nervoso o dare fastidio allo stomaco.
Allora, cosa bisogna cercare? Una buona idea è cercare nell’etichetta se sono presenti elettroliti, come il sodio e il potassio, che sono sali che l’organismo perde con la traspirazione. Oltre a reintegrare sostanze andate perdute, gli elettroliti possono più sapore e indurre a bere di più. Scegli bevande con meno di 100 calorie ogni 250 ml. Più calorie vuol dire una maggiore concentrazione di zuccheri; non è molto saggio bersi di nuovo le calorie che si sono appena bruciate sul tapis roulant. Se l’eccesso di zuccheri può rappresentare un problema, un po’ di carboidrati nelle bevande invece possono aiutare a mantenere i livelli degli zuccheri nel sangue durante l’esercizio. Inoltre, una bevanda con diverse fonti di carboidrati arriva meglio ai muscoli impegnati nello sforzo rispetto a un’unica fonte di carboidrati.

MANTENERSI IDRATATI
Si può diventare disidratati ancor prima di avvertire la sete. Questo è un motivo per cui gli atleti imparano a bere a intervalli regolari. Due bicchieri da 250ml di liquidi un paio d’ore prima dell’attività fisica, seguiti da un altro bicchiere 10-20 minuti prima di cominciare. Altri 30-50ml ogni 15 minuti circa durante l’esercizio possono evitare una perdita eccessiva di liquidi. Un modo per monitorare lo stato d’idratazione è osservare il colore dell’urina. “Le persone con una idratazione ottimale dovrebbero urinare ogni 1-2 ore”, afferma Luigi Gratton dell’Università della California di Los Angeles (UCLA)* e Membro del Comitato Consultivo Herbalife per la nutrizione. E aggiunge: “L’urina deve essere di colore giallo pallido, quasi trasparente. Un colore più scuro di solito indica un’urina più concentrata ed è un segnale che bisogna aumentare l’apporto di liquidi”.
Fai attenzione ad altri segni e sintomi della disidratazione durante l’esercizio, come crampi muscolari o capogiri. Anche se sei uno sportivo della domenica, un adeguato apporto di liquidi è importante per una buona funzionalità dell’organismo. Se pensi di bere meno di quanto dovresti, una bevanda gustosa e formulata appositamente per favorire l’idratazione potrebbe essere la soluzione giusta per soddisfare il tuo fabbisogno di liquidi.

Share